Marmellata e chutney

La marmellata di Alchechengi è molto saporita, ti spiegheremo come prepararla grazie a qualche ricetta facile e veloci. Gli alkekengi possono essere consumati in abbinamento con altra frutta. Inoltre, il loro sapore leggermente asprigno è perfetto per realizzare salse speziate di accompagnamento a piatti di carne, i chutney. La marmellata ottenuta può essere utilizzata per la colazione o la farcitura di dolci. Trovi (qui) la ricetta della crostata di frolla al cacao con marmellata di alchechengi.

Marmellata di alchechengi, preparazione

Per 1 kg di marmellata:

  • 500 gr. di alchechengi
  • 500 gr. di zucchero
  • il succo di un grosso limone
  • 15 gr. di zenzero fresco
  • mezzo baccello di vaniglia

Mettere a cuocere la frutta con lo zucchero, il succo di limone, lo zenzero grattugiato e i semi estratti dal baccello di vaniglia. La temperatura deve essere il più alta possibile, ma senza che il composto inizi a ribollire. Trovare il giusto punto di cottura è sempre il momento critico della preparazione delle marmellate: una cottura insufficiente ci lascerà con una confettura troppo liquida, mentre al contrario, una troppo prolungata ci farà ottenere un panetto di marmellata solida. Possiamo utilizzare la classica prova del piattino: lasciamo cadere su un piattino freddo di frigo un cucchiaino di marmellata, se invece di scivolare via rapidamente il composto si muove lentamente, la cottura è al punto giusto.

A questo punto possiamo versare la marmellata nei vasetti, chiuderli e capovolgerli finchè la confettura non sarà raffreddata.

Marmellata di alchechengi speziata e con arance

Ingredienti:

  • 250 gr. di alkekengi
  • 5 arance, preferibilmente biologiche
  • 1,5 kg di zucchero
  • 1 lt. e mezzo d’acqua
  • il succo e la buccia di un limone
  • il succo di un’arancia
  • 1 stecca di cannella
  • 2 bacche di cardamomo
  • 1 anice stellato

Preparazione:

Pulire accuratamente le arance dalla buccia, togliendo il più possibile anche la pellicina bianca. Tagliarle quindi a fettine molto sottili. Metterle in una pentola insieme al succo di arancia e di limone e all’acqua.

Portare a ebollizione, poi abbassare la fiamma e continuare a cuocere a fuoco basso per circa 45 minuti, finchè la frutta non sarà morbida. A questo punto riportare ad ebollizione ed aggiungere lo zucchero e le spezie. Cuocere ancora per circa 15-20 minuti; se possedete un termometro da cucina potete controllare la temperatura, che deve arrivare a 105-106 gradi.

Anche in questo caso possiamo affidarci alla prova del piattino freddo per controllare che il punto di cottura sia quello giusto.

Chutney di alkekengi e mele, ricetta

Per 4 vasetti da 400 ml:

200 gr. di alchechengi

  • 200 gr. di alchechengi
  • 700 gr. di mele
  • 600 ml di aceto di mele
  • 400 gr. di cipolla
  • 200 gr. di datteri snocciolati
  • 1 cucchiaio di olio
  • 150 ml. di miele
  • 2 cucchiai di passata di pomodoro
  • 2 cucchiaini di zenzero in polvere
  • la scorza di mezza arancia

Preparazione:

Pulire le mele e tagliarle a cubetti, tagliare i datteri a pezzetti e affettare finemente le cipolle. Riscaldare l’olio in una pentola e aggiungere le mele e le cipolle, quindi lasciarle ammorbidire per 5 minuti. Aggiungere gli altri ingredienti e mescolare con cura. Portare a ebollizione, quindi ridurre la fiamma e continuare la cottura a fuoco dolce per circa 50 minuti, mescolando di tanto in tanto.

Sterilizzare i vasetti immergendoli in acqua bollente per 10 minuti ed asciugandoli. Versare il chutney nei vasetti, coprire con un disco di carta oleata, quindi chiudere con coperchi a chiusura ermetica.

Il chutney di alchechengi va conservato in un luogo fresco e buio, e una volta aperto il barattolo va conservato in frigo.